MARCHE

I PRODOTTI DELLA TRADIZIONE CONTADINA

Di
-
13 Maggio 2019

Ci troviamo nel Nord della regione Marche e siamo andati alla ricerca dei prodotti della tradizione contadina, prodotti che servivano per sfamare la famiglia e che venivano usati dalla maggior parte delle persone, chiamati anche prodotti poveri. Stiamo parlando della Cicerchia di Serra de’ Conti, la Favetta di Fratte Rosa e la Cipolla di Suasa. Tre prodotti andati perduti nel tempo e solo grazie alla volontà di alcune persone sono stati riscoperti e rivalutati per le loro proprietà. Certamente non potevamo farci mancare l’abbinamento con un buon vino come il Verdicchio dei castelli di Jesi.

CICERCHIA DI SERRA DE CONTI

Da sempre fonte di sostentamento delle famiglie contadine, la cicerchia di Serra de’ Conti assumeva  un ruolo fondamentale durante la stagione invernale. Un legume considerato povero ma ricco di proprietà nutrizionali. Questo prodotto nel tempo venne poi abbandonato e sostituito da altri legumi. Da qualche anno la Cooperativa LA BONA USANZA ha deciso di recuperare questo prezioso legume e grazie all’aiuto dell’associazione Slow Food, che ne ha riconosciuto le qualità, la cicerchia di Serra de’ Conti è conosciuta in tutta Italia.

La cicerchia la possiamo trovare  poi all’interno della zuppa dei conti insieme ad altri due prodotti di punta di queste colline. Uno di questi è la Favetta di Fratte rosa anch’essa presidio Slow Food.

FAVETTA DI FRATTE ROSA

In questa intervista Rodolfo Rosatelli titolare dell’azienda I Lubachi , produttore della Favetta di Fratte Rosa, ci racconta la storia del prodotto e i suoi usi. Un legume  che si presta bene alla conservazione, ma che può essere anche trasformato e dar vita a delle specialità del territorio come i Tacconi, molto conosciuti e apprezzati dalle persone del luogo.

Un’altro prodotto che ritroviamo all’interno della zuppa dei conti e che caratterizza questi territori è la Cipolla di Suasa, come gli altri prodotti  sempre più apprezzata per le sue caratteristiche e le sue qualità peculari.

CIPOLLA DI SUASA

Castelleone di Suasa è un piccolo paese collinare  che domina la vallata del cesano. È presente sul  suo territorio un sito archeologico risalente all’epoca Romana. La terra, in questi luoghi regala anche un altro frutto prezioso e qui Mauro e Roberto Berretta dell’azienda La Tradizione, custodi della cipolla di Suasa ci spiegano come nasce questo prodotto.

Dopo aver parlato di queste eccellenze di altissima qualità con caratteristiche uniche e protagonisti della tradizione contadina, non ci restava che abbinarli ad un buon vino, grazie a Lucio Fraceschelli della Fondazione Italiana Sommelier Marche che  come sempre mette a disposizione la sua esperienza per farci provare degli ottimi abbinamenti.

VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI

Rccardo Baldi, giovanissimo viticoltore e produttore di vini ha deciso di avviare la sua attività, sfruttando al meglio le caratteristiche uniche del suo territorio, per creare vini BIOLOGICI originali con una forte identità territoriale. Una passione nata sin dall’età giovanile che poi ha trasformato  in lavoro. In questo video siamo all’interno della sua cantina, dove Riccardo ci ha accolto e ci ha raccontato la storia della sua azienda mentre deliziavamo il nostro palato  con i suoi vini.

Seguiteci in  viaggio attraverso i nostri social Facebook, Instagram e You tube.

 

 

 

TAGS
ARTICOLI SIMILI

LASCIA UN COMMENTO