MARCHE

Il profumo delle Marche in un bicchiere di birra

Di
-
22 Dicembre 2019

Perchè bere una birra artigianale? “Costa di più” “Ha un sapore strano” “ha un colore diverso”.

Queste sono alcune delle tante risposte che si sentono in giro quando si parla di birra artigianale. Ma a cosa è dovuto tutto questo? Per rispondere a questa domanda siamo andati a trovare i nostri amici di Oltremondo mentre stavano raccogliendo il luppolo, ingrediente fondamentale per comporre questo prodotto.

“Il problema nasce tutto con l’industrializzazione del prodotto e la standardizzazione di quest’ultimo, quando il mercato è stato monopolizzato dalle grandi industrie e si è perso quel prezioso elemento che contraddistingue un po’ tutti i prodotti tipici: l’IDENTITÀ. La birra che la maggior parte di noi beve è una birra standard, studiata per piacere a “QUASI” tutti. Una birra dal gusto leggero, quasi nullo, appunto senza IDENTITÀ. Ma perchè ci preme raccontarvi questo? Perchè il mondo della birra è vasto e variegato, non si smette mai di imparare, ogni birra artigianale ha le sue pecularità e le sue caratteristiche, possiamo dire che ogni birra è unica nel suo genere e se si presta attenzione nel berla se ne possono apprezzare tutte le sue qualità. In Italia abbiamo moltissime birre differenti anche per il semplice fatto che ci sono microclimi e terreni differenti. Rendere simili tutte le birre e appiattire il gusto è stata mossa sbagliata, per questo va riscoperto il vero sapore di questa bevanda.”

 

Il birrificio Oltremondo nasce nel garage di casa dove Filippo insieme a Matteo e Riccardo con amici e famiglia sperimentano  il «gioco» della birra coltivando quell’idea di prodursela da soli. Il gioco cresce e diventa un sogno, un progetto di lavoro, di vita. Le birre Oltremondo nascono da un’attenta ricerca e dalla cultura del dettaglio che permette ad ogni birra di essere unica. Ogni etichetta, ogni ingrediente, ogni bottiglia racchiude il frutto del loro lavoro e della loro passione. Ogni birra ha un nome, “rubato” dal dialetto contadino, le materie prime, quasi tutte di loro produzione seguono l’andamento delle stagioni e sono coltivate secondo regimi biologici e naturali. Ogni singolo passaggio della filiera si svolge nel completo rispetto del territorio che li ospita. L’obiettivo è quello di lavorare in simbiosi con gli elementi naturali rispettando i tempi  che la natura necessita. Noi siamo andati a trovarli nel loro laboratorio, dove avviene la magia e la birra scorre a fiume come ci racconta Filippo.

Da questo video avrete capito che non è un semplice modo di fare birra ma una filosofia ben radicata nella loro azienda. Ogni bottiglia racchiude un’infinito lavoro, studio e passione, nulla è lasciato al caso e quando stappiamo una bottiglia Oltremondo beviamo una birra genuina.

PERCHÈ VISITARE OLTREMONDO

Perchè non berrete una qualunque birra ma vivrete un’esperienza fatta di racconti, storie ed emozioni. Vi rinnoviamo nuovamente il nostro consiglio, “prima di bere la birra lasciatevela raccontare e vedrete che anche il sapore sarà diverso”. Sono giovani ragazzi che tengono al proprio territorio e alla tradizione contadina del loro paese, rincorrere l’obiettivo di costruire una comunità dove seguire i tempi della natura quando ormai la società moderna ci propone una vita frenetica è uno scopo ammirevole che anche noi sposiamo a pieno. Per conoscere le loro tipolgie di birra vi lascio il LINK del nostro Vlog, dove vi raccontiamo i retroscena di ogni viaggio alla scoperta dei sapori Italiani.

Il luppoleto si trova nel bellissimo borgo di San Giorgio nel comune di Terre Roveresche, una perla incastonata nelle colline Marchigiane, immersa tra i vigneti del Bianchello del Metauro (che conosceremo a breve) a metà strada tra mar Adriatico e Appennini. Meta ideale per turisti che vogliono rallentare dai ritmi infernali della vita moderna. Luoghi dove potersi fermare e ammirare la diversità dei paesaggi che la natura e l’uomo ci propongono. Per conoscere più a fondo questi posti vi consiglio di visitare il sito di DESTINAZIONE MARCHE di cui noi siamo ambasciatori insieme ad altri blogger di questa splendida regione, eletta da poco seconda regione da visitare nel 2020 a livello mondiale (leggi QUI l’articolo).

Si conclude con questo articolo la settimana dedicata alla birra del birrificio Oltremondo, da domani inizieremo a parlare di cipolla di Suasa con Roberto dell’azienda agricola La Tradizione, seguiteci sui nostri social per conoscere gli sviluppi di questo viaggio nei sapori Italiani. 

 

TAGS
ARTICOLI SIMILI

LASCIA UN COMMENTO

ANDREA ZANDRI & GLORIA CERCAMONDI
MONTEPORZIO (PU)

Siamo una coppia di giovani ragazzi, amanti della natura, con la passione del viaggio e del buon cibo. Abbiamo deciso di rivivere le tradizioni e raccontarle in questo blog. Attraverso foto e video cerchiamo di svelare il lavoro e la passione che si celano dietro le tipicità Italiane.

Newsletter

Seguici su Facebook
MARCHE AND BIKE